Google Suggest: più intelligente, ma non sempre

Google Suggest: più intelligente, ma non sempre

6 Marzo 2015 0 Di Domenico Puzone

La lingua a volte può risultare un po’ ambigua, come fare per capire cosa si sta cercando su Google? Da un po’ di tempo ormai Big G ha introdotto il famoso Knowledge Graph e Google Suggest, quest’ultimo in particolare è  un sistema che permette al motore di ricerca di capire effettivamente che cosa stiamo cercando.

Se per esempio cerchiamo la parola “Rio” si potrebbero intendere tre diverse cose: il film, l’hotel casinò o la città di Rio de Janeiro. Ecco allora che entra in gioco questa funzionalità Google Suggestche intenta consigliarci come completare la parola chiave per ottenere il miglior risultato e trovare quello che cerchiamo.

Il motore di ricerca è continuamente a lavoro per poter migliorare questa funzionalità e di fatto pare che siamo giunti ad uno step successivo, ad una evoluzione della metodologia di ricerca. Si tratta di una funzionalità che è stata notata su Google.com nelle ricerche in inglese dove il Suggest su ricerche generiche sta facendo dei grandi passi in avanti.

Google sta cercando di velocizzare le ricerche fornendoci suggerimenti su parole chiave generiche e equivoche con lo scopo di incanalarci nel giusto percorso per evitare qualsiasi tipo di disambiguazione. L’esempio di “RIO” potrebbe farvi capire esattamente a cosa mi sto riferendo.

RIO parola chiave film, città e hotel

Google Suggest: velocità e precisione

Sebbene il progetto Google Suggest sia ancora in evoluzione ed abbia ancora dei piccoli problemi, il funzionamento e la rivoluzione che sta cercando di fare Big G è davvero eccezionale. Con questo nuovo tipo di suggerimenti, oltre ad essere più preciso, è molto più veloce e meno propenso ad equivoci.

miami ricerca Google

Cercando “miami university” Google suggerisce l’università di Miami ad Oxford (Ohio) e quella in Florida, in base ai nostri interessi andremo a scegliere il relativo suggerimento per incanalarci sul giusto percorso di ricerca e trovare quello che stiamo cercando.

Restando in tema “Educational” ho provato a cercare “School of”, in questo caso il motore di ricerca, su una chiave molto generica, ci suggerisce un contenuto che effettivamente può essere più vicino alla parola che abbiamo introdotto. Se completassimo la ricerca, i risultati mostrati sarebbero ovviamente diversi e decisamente più “precisi” (vedi foto sotto).

school of ricerca google

school of info

La cosa che ho osservato è che questa funzionalità del motore di ricerca è molto utile sui personaggi famosi omonimi, infatti cercando “Carlos Santana” potremmo riferirci al musicista e/o al giocatore di Baseball e Big G cerca di capire chi dei due intendiamo, una volta capito ci fornirà molti più suggerimenti.

carlos santana google

Per esempio, cliccando sul calciatore di baseball, Google completerà la ricerca in questo modo:

santana baseball

I risultati, con questo auto-completamento, saranno decisamente più idonei e più in linea con quello che stavamo cercando. Inoltre e ovviamente, Google ‘registra’ il gusto degli utenti per saltare in futuro questo processo ed in questo modo ottimizzare e rendere più veloce la ricerca.

Questa feature di Google Suggest va sicuramente migliorata perché ancora non riesce a fornire tutti i suggerimenti in modo corretto, ma in ogni caso quando funzionerà perfettamente potrebbe avere un grande impatto nel mondo della SEO e del web marketing. Di fatto, chi lavora in questi due settori potrebbe avere la vita più facile al momento dell’ottimizzazione per i motori di ricerca… sarà cosi?

E tu cosa ne pensi? Qual è la tua opinione in merito a Google suggest?