Pagina 404: perché è importante?

Ieri mentre parlavo con Giuseppe Liguori, che tra l’altro mi ha dato l’idea per scrivere questo post, abbiamo notato una problema comune tra i siti web in Italia ed all’estero: la pagina 404. 

Vediamo per quale motivo questa pagina è importante, ma prima vediamo che cos’è in concreto.

Pagina 404 cos’è?

La Pagina 404 o errore 404 è una pagina che viene mostrata da un server quando un utente cerca di accedere ad una pagina che non esiste. Questa è una delle pagine del nostro sito web che conviene personalizzare in modo da evitare che un utente si ritrovi con questo genere di pagina:

404 pagina

Ma perché è importante?

Semplicemente per un motivo, se un utente arriva su una delle pagine mostrate sopra, molto probabilmente quello che farà è abbandonare il sito web e di conseguenza aumentare quella che viene chiamata frequenza di rimbalzo.

La pagina 404 può essere invece sfruttata per indirizzare l’utente verso una pagina nuova del nostro sito web, affinché possa continuare a navigare e di conseguenza “consumare contenuto“.

Negli e-commerce questa è senz’altro importante, già che la maggior parte dei negozi online elimina delle pagine quando il prodotto non è più disponibile (dal mio punto di vista questo è sbagliato… ma ne parleremo magari in un altro articolo), in questo caso una pagina 404 che contenga ad esempio un suggerimento dei prodotti più venduti e/o affini può portare l’utente all’acquisto di una valida alternativa di quel prodotto (Non funziona in prodotti specifici e per ricerche super specifiche).

Pagine 404 per la SEO

Inutile dire che per un motore di ricerca trovarsi davanti ad una pagina 404 non è di certo un segnale positivo, anzi consuma quello che chiamiamo CRAWL Budget. Insomma, un errore 404 non è sempre buono, ma in altri casi non è sempre una cattiva notizia.

Puoi scoprire se il motore di ricerca trova delle pagine 404 sul tuo sito all’interno della Search Console che ti consiglio di attivare per ogni sito di tua proprietà.

Consigli per ottimizzare una pagina 404

  1. No Redirect: le pagine 404 non devono effettuare un redirect verso la homepage (questo è un errore abbastanza comune in moltissimi siti web), inoltre una pagina deve rispondere con un codice 404 non effettuare un redirect verso una pagina 404 generica.
  2. Creare una pagina 404 pensata per vendere: se pensiamo alla pagina 404 come ad una pagina di vendita, sicuramente siamo già vicini a quella che è un’ottimizzazione. Consiglio infatti di personalizzare queste pagine di errore proponendo soluzioni, ad esempio negli e-commerce proponendo dei prodotti alternativi / più venduti, oppure nei blog gli ultimi articoli e/o gli articoli più letti.
  3. Inserisci un sistema di ricerca interno: un’ulteriore soluzione è inserire un campo di ricerca ben in evidenza che consenta all’utente di ricercare un articolo/prodotto alternativo all’interno del nostro sito web.
  4. Evitare i termini negativi: consigliamo di evitare di utilizzare termini come “C’è un errore” o “Si è verificato un problema”, ma di utilizzare sempre dei termini positivi.

Ecco alcuni esempi di pagine 404 pensate alla vendita e ben ottimizzate con lo scopo di far continuare la navigazione agli utenti:

Pagina 404 ottimizzata

oppure ancora meglio per gli e-commerce:

pagina 404 ecommerce

Se hai una pagina 404 sul tuo sito non ottimizzata è il caso di iniziare ad ottimizzarla. Non fare come me, io in fin dei conti sono un calzolaio con le scarpe rotte 🙂

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Navigate

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Utilizziamo i Cookie per migliorare l'esperienza dell'utente ed a fini statistici. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi