AMP, SEO e WordPress

Google nell’ultimo periodo ha dato sempre più importanza alla nuova tecnologia AMP, Accelerated Mobile Page, tanto che ha rilasciato due avvisi all’interno di Search Console. Ma che impatto avrà sulla SEO questa nuova tecnologia?

AMP che cos’è?

AMP è una tecnologia che consente di servire pagine web in un istante attraverso un sistema di caching, Google ha iniziato a servirle dal 24 febbraio scorso ed effettivamente le prestazioni ed il posizionamento all’interno dei motori di ricerca (in termini di visibilità) è decisamente migliorato. Prima di procedere mi sembra giusto proporre un breve schema che mi sono permesso di tradurre per spiegare che cos’è AMP.

AMP che cos è?

AMP è una tecnologia Open Source che ha come obiettivo proporre pagine web ottimizzate per il mobile, con lo scopo di velocizzare il processo di apertura ed è completamente infocata ai contenuti eliminando tutto quello che non serve ed è superfluo per la lettura, quindi elimina Javascript e minimalizza i CSS.

Questa tecnologia non è destinata all’utilizzo nella Home Page, ma agli articoli sia per le notizie che per il tuo blog personale. Io su Domenicopuzone.com ho implementato AMP attraverso un plugin per WordPress.

All’interno di AMP c’è Lazy Loading, ne ho già parlato in questo mio articolo Velocità caricamento sito determinante per la SEO. Inoltre questo sistema fornisce un codice HTML super ottimizzato per i dispositivi mobile e questo permette di caricare una pagina web l’85% più veloce di una pagina mobile standard.

Come inserisco AMP sul mio blog WordPress?

La prima cosa da fare è verificare se il tuo fornitore di spazio web offre il supporto a questa tecnologia, se hai bisogno puoi optare di scegliere il miglior hosting wordpress attraverso questi semplici consigli.

Successivamente per gestire la cosa il più semplice possibile su WordPress è sufficiente installare un plugin, questo in particolare è quello ufficiale pensato per la piattaforma: AMP Plugin WordPress.

Una volta che hai installato AMP Plugin per vedere se effettivamente è stato implementato aggiungendo alla fine della URL di qualsiasi “/amp”.  Nell’ultima versione del plugin non c’è bisogno di intervenire sul rel canonical e non bisogna nemmeno modificare il file .htaccess.

AMP e SEO, cosa succede?

Google ha annunciato qualche tempo fa che il giorno 24 febbraio 2016 prendeva in considerazione i siti che avevano implementato la tecnologia AMP per comporre le sue SERP, infatti già da qualche tempo all’interno di Search Console sono arrivate delle notifiche nelle quali si consigliava ai webmaster di procedere all’implementazione AMP nelle proprie pagine web.

Ma tutto questo sulla SEO che effetto ha? Vediamo i motivi per i quali dobbiamo offrire la versione AMP dei nostri articoli: 

  • Contenuti mobile più accessibili, Google ti premierà
  • Velocità di carica mobile 85% più veloce, Google lo apprezzerà
  • Contenuti mobile concentrati sul contenuto, tutto quello che non serve verrà omesso e gli utenti potranno godersi i tuoi articoli.
  • Web totalmente ottimizzata per smartphone e tablet, un vantaggio perché Google ha affermato che il supporto mobile è un fattore di posizionamento.
  • Google ha affermato che i siti che implementeranno la tecnologia AMP sul proprio sito saranno premiati.

Detto questo cosa bisogna fare per ottimizzare il nostro sito in chiave SEO utilizzando AMP? Semplice, perché quello da fare non è tanto. La prima cosa che devi fare è assicurarti che le pagine originali abbiamo il rel=”canonical”, ma se hai installato e configurato correttamente il plugin che ti abbiamo dato sopra sarà già tutto funzionante.

Successivamente dovrai assicurarti che le tue pagine web seguano esattamente le specifiche per i microdati, rich snippets e Schema.org.

Il plugin per WordPress viene ottimizzato ogni giorno, però ad oggi possono esserci alcuni errori. Monitora il tutto con attenzione. Ovviamente assicurati che il tuo tema wordpress genera perfettamente i rel canonical, se ci saranno problemi Search Console ti avviserà tramite la sezione appositamente creata.

Riassumendo AMP può essere un fattore positivo per le SERP della tua pagina web visto che rispetta perfettamente tutte le regole del Mobile-Friendly:

  • Si tratta di una piattaforma completamente Mobile
  • E’ ottimizzata per l’inidicizzazione
  • E’ una piattaforma ottimizzata per una carica rapida

Ecco perché devi installare AMP sul tuo sito web, se hai ancora qualche dubbio inizia a installare il plugin. E tu? Hai già implementato AMP sul tuo sito web?

  • Ciao, Domenico! Grazie per questa dettagliata spiegazione sul perché installare il plugin AMP sul proprio sito web e… spero di risolvere pure i problemi che mi ha segnalato Google 🙂 Post adottato oggi nella comunità di #adotta1blogger

Navigate